dantedì

2021
Dantedì e l'anno di Dante

 

Mic FVG (1)

 

Ogni anno il 25 marzo si festeggia il Dantedì, la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri, istituita nel 2020 su proposta del Ministro della Cultura.
Il 25 marzo, data che gli studiosi riconoscono come quella d'inizio del viaggio nell'aldilà della Divina Commedia, in tutta l'Italia e il mondo si ricorda il genio del sommo poeta.

L'edizione del 2021 sarà ancor più significativa perchè ricorre il settecentesimo anniversario della morte di Dante.

Anche gli Istituti del Mic – Ministero della cultura del Friuli Venezia Giulia aderiscono all'importante ricorrenza con iniziative culturali digitali e appuntamenti on line, vista la situazione epidemiologica in corso. Tutti gli eventi sono gratuiti.

Questo è il programma:

 

ARCHIVIO DI STATO DI GORIZIA

AS-GO dantedìDantedì in ASGO

Presentazione on line

In occasione del Dantedì l’Archivio di Stato di Gorizia presenta sulla propria pagina social Facebook un post dedicato a “L'Inferno di Dante”, opera permanente costituita da pannelli di terracotta a rilievo, creata da Tino (Agostino) Piazza da Noale, che dal 1968 decora una parete della Sala di Studio dell'Istituto.

www.facebook.com/archiviodistatodigorizia/

 

 

ARCHIVIO DI STATO DI PORDENONE

AS-PN DantedìMI RITROVAI PER UNA SELVA OSCURA
L'Inferno di Dante tra i depositi dell'Archivio

Presentazione on line

La Commedia di Dante è una rappresentazione della natura umana che ha saputo travalicare i confini del suo tempo. Per celebrare i 700 anni della morte del Sommo Poeta, l'Archivio di Stato di Pordenone g​irerà per i propri depositi facendosi ispirare dalle tappe più significative del suo viaggio nell'Inferno.
Nel corso dell'anno verranno scelti alcuni documenti di diversi fondi conservati in Istituto e verrà mostrato, camminando insieme a Dante, quanto i personaggi che ne sono protagonisti stimolino in noi gli stessi sentimenti dei dannati della prima cantica della Commedia o, in altri casi, quanto alcuni di questi abbiano influenzato la cultura italiana nei secoli a venire.

www.facebook.com/Archivio-di-Stato-di-Pordenone-312076696045718 

 

ARCHIVIO DI STATO DI TRIESTE

As-ts Dante Sbisà

presentazione on line

A partire dal 25 marzo, l’Archivio di Stato di Trieste posterà sul web approfondimenti e curiosità sul materiale documentario conservato dall’Istituto legato al mito del sommo poeta nel corso dei secoli: programmi per le celebrazioni dei seicento anni dalla nascita di Dante nel 1865 all’alba dell’Unità d’Italia in territorio asburgico; cartoline celebrative e notizie sulla stampa locale di iniziative legate all’emblematico uso che di Dante fece il movimento irredentista fra Otto e Novecento; letture dantesche e attività varie organizzate da circoli e associazioni; programmi e temi d’esame su Dante e le sue opere dai fondi scolastici conservati in archivio.

https://archiviodistatotrieste.it/

https://it-it.facebook.com/archiviodistatotrieste/,



ARCHIVIO DI STATO DI UDINE

AS-UD DantediDANTE ALIGHIERI
VENEZIA MDCCLXXXIV, presso Antonio Zatta e figli.Con Licenza de’Sup. e Privilegio

Presentazione on line

Dall’anno 2000, grazie alla donazione di Andreina Nicoloso Ciceri, l’Archivio di Stato di Udine conserva una raccolta bibliografica di 578 testi antichi. Per quanto riguarda il settore letterario risulta presente un’edizione della Divina Commedia stampata a Venezia nel 1784.
Si tratta di opera illustrata, in tre tomi, facente parte della raccolta Parnaso italiano ovvero raccolta de’ poeti classici italiani edita da Antonio Zatta. Sul frontespizio non compare il titolo di Divina Commedia, ma solo il nome del poeta Dante Alighieri.
L’Archivio in occasione del Dantedì 2021 intende valorizzare quest’opera offrendo, sulle pagine del sito istituzionale, le immagini illustrate di alcune pagine con i canti più ricordati.

www,archiviodistatoudine.beniculturali.it

 

BIBLIOTECA STATALE ISONTINA DI GORIZIA
busto dante

Dantedì 

Presentazione

Nelle vetrine saranno esposte le traduzioni della Divina Commedia nelle lingue parlate del territorio, con particolare attenzione alla lingua slovena, e alcuni saggi di bibliografia dantesca dalmata e slovena apparsi sulla rivista della Biblioteca “Studi goriziani”. Fra le edizioni rare e di pregio si espone la stampa del canto XVII del Paradiso eseguita con il torchio a mano a Verona da Franco Riva nel 1976.

Dante Alighieri e Carlo Michelstaedter: opere di e su Dante conservate nella Biblioteca Michelstaedter.
A lato dell’aspetto puramente librario, sarà esposta un’opera dell’artista goriziano Livio Caruso (LC_DDS): "Andremo un giorno per spiagge sconosciute”.

https://bsiarte.beniculturali.it


BIBLIOTECA STATALE STELIO CRISE DI TRIESTE

bs-ts dantedìCon Dante a nord est

Presentazione on line

La Biblioteca statale Stelio Crise propone un video-percorso biblio-iconografico attraverso i luoghi del presunto passaggio di Dante a nord est.
Un viaggio ideale accompagnato dai versi del sommo poeta e seguendo le suggestioni del dantista tedesco Alfred Bassermann.
Un'occasione per riscoprire il paesaggio limitrofo con immagini e illustrazioni tratte da opere conservate nel nostro Istituto e al suono delle parole di Dante.
Il video sarà pubblicato il 25 marzo sul sito web della Biblioteca e sulla pagina facebook ufficiale.

https://bibliotecacrise.beniculturali.it/dantedi-2021-con-dante-a-nord-est/
https://www.facebook.com/bibliotecastatalesteliocriseditrieste



MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI AQUILEIA

Aspettando il Dantedì_MAN AQUILEIAAspettando il Dantedì: le #gemmeCAPITALI al MAN di Aquileia

iniziative digitali dal 18 al 25 marzo

[...] la vista che m'apparve di un leone./ Questi parea che contro di me venisse/ con la test'alta e con rabbiosa fame (Inferno I, 45-47)

Durante la settimana che precede il Dantedì, il Museo archeologico Nazionale di Aquileia rilegge la propria collezione di gemme in chiave dantesca: sette gemme per sette vizi capitali, presentate al pubblico attraverso gli account social ufficiali del museo (Facebook, Instagram, Twitter). Lussuria, gola, avarizia, accidia, ira, invidia e suberbia riviste con occhi contemporanei in un contesto in cui erano ancora solo vizi, e non peccati.

maggiori informazioni

https://www.facebook.com/museoarcheoaquileia/

 

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI CIVIDALE DEL FRIULI

MANCIV_DANTEdìE quando il dente longobardo morse/ la Santa Chiesa, sotto le sue ali/ Carlo Magno, vincendo, la soccorse (Divina Commedia, Paradiso, canto VI)

Il Museo archeologico nazionale di Cividale del Friuli esplora Dante Alighieri alla ricerca del suo pensiero sull’antichità, sui Longobardi e Carlo Magno che soccorse la Santa Chiesa sottraendola ai Barbari, perché il destino degli imperi è regolato dalla volontà di Dio per la felicità terrena degli uomini.

Approfondimenti e curiosità dal 24 al 26 marzo su https://www.facebook.com/museoarcheocividale

 

MUSEO STORICO E IL PARCO DEL CASTELLO DI MIRAMARE

Poster Dantedì 2

Anche Miramare rende omaggio a Dante. Il suo Parco rigoglioso, con incantevoli scorci, è stato scelto da diverse e importanti realtà regionali per rappresentare il Paradiso dantesco. 

In particolare il Teatro Stabile Rossetti del Friuli Venezia Giulia ha scelto questo scenario per lo spettacolo teatrale, curato dal direttore Paolo Valerio, “VIEN DIETRO A ME...” UN VIAGGIO NELLA DIVINA COMMEDIA ATTRAVERSO I LUOGHI DI TRIESTE. Il link per il live-streaming gratuito sarà disponibile sul sito del Teatro www.ilrossetti.it a partire da giovedì 25 marzo alle ore 9.
L'anno dantesco di Miramare continua nei prossimi mesi, in collaborazione con la Sissa e altre istituzioni cittadine, e prevede rappresentazioni, letture sceniche ed esposizioni delle edizioni dantesche nella biblioteca del Castello, dove è conservato un busto di Dante commissionato da Massimiliano d'Asburgo.

 

 

SEGRETARIATO REGIONALE MINISTERO DELLA CULTURA FVG, SOCIETÀ DI MINERVA E ARCHIVIO DI STATO DI TRIESTE

Ampolla di G. Mayer (1908)Dante 700. Il mito del poeta da Trieste a Ravenna

Presentazione e videoconferenze on line

In occasione del Dantedì sarà presentato on line il ciclo di videoconferenze organizzato congiuntamente dai tre istituti e dedicato ai rapporti tra Trieste e Ravenna nel segno di Dante. Rapporti che furono particolarmente intensi tra le due città alla fine Ottocento e inizio Novecento quando Dante divenne simbolo di italianità per le terre ancora sotto la dominazione asburgica. Risale al 1908 il pellegrinaggio degli irredentisti triestini alla tomba di Dante e la consegna della preziosa ampolla d'argento con l'olio per alimentare la lampada funebre del poeta. Nel corso dei vari incontri (programmati per il 15, 22, 29 aprile e 6 maggio) sarà approfondita anche la più ampia tematica della tradizione dantesca a Trieste nella cultura e nell’educazione dell'epoca, in particolare nel mondo scolastico cittadino, grazie alla ricchezza del patrimonio documentario, archivistico, librario e artistico tuttora esistente.

www.facebook.com/micfriuliveneziagiulia; www.fvg.beniculturali.it

www.facebook.com/societadiminervawww.societadiminerva.it

www.facebook.com/archiviodistatotrieste; www.archiviodistatotrieste.it